Giugno: Tra Sol Invictus e Giunone Moneta

Giugno: Tra Sol Invictus e Giunone Moneta, un mese intrecciato di luce e mito nel solco della cultura ItaloEllenica

Sotto il cielo terso di giugno, quando il sole domina il cielo e le giornate si allungano come un abbraccio caldo, si nasconde un intreccio affascinante di storia, mitologia e tradizione, che affondano nelle radici culturali comuni ItaloElleniche Un mese che, fin dall’antichità, porta con sé il duplice appellativo di “Mese del Sole” e “Mese della Libertà”, due concetti che si intrecciano indissolubilmente nell’anima di questo periodo magico, la porta al periodo estivo e festivo.

Giugno, il sesto mese dell’anno, non è solo un momento di splendore naturale, ma anche un’immersione nel cuore della mitologia romana.

Il suo nome deriva infatti da Giunone, la dea regina, moglie di Giove e protettrice del matrimonio, del parto e dello Stato romano. Una figura potente e complessa, venerata fin dalle origini della civiltà romana, e ancora prima venerata dai greci nelle vesti di Era, moglie ufficiale del capobanda dei 12 Dei dell’Olimpo, Zeus.

Anticipiamo allora qualcosa su Era, prima di conoscerla sotto le vesti romane di Giunone.

Giunone, moglie di Giove, conosciuta come Era nella mitologia greca, era una delle dodici divinità dell’Olimpo, la regina degli dei e moglie di Zeus. Figlia di Cronos e Rea, era venerata come dea del matrimonio, della famiglia, della fertilità, delle donne e del parto. La sua figura era complessa e multiforme, spesso associata a forza, gelosia, vendetta e potere politico.

Ecco alcuni aspetti salienti di Giunone /Era nella mitologia greca:

Dea del Matrimonio e della Famiglia: Era era la protettrice del matrimonio sacro e della famiglia legittima. Era spesso raffigurata con attributi come il pavone, simbolo di regalità e fedeltà, e la melagrana, simbolo di fertilità e abbondanza.

Gelosia e Vendetta: Era era conosciuta per la sua gelosia nei confronti delle numerose amanti di Zeus e per le sue vendette nei confronti di coloro che minacciavano la sua posizione o il suo matrimonio. Tra le sue vendette più famose ci sono la persecuzione di Ercole, figlio illegittimo di Zeus, e il sostegno ai Troiani nella guerra di Troia contro i Greci.

Potere Politico: Era era considerata una dea potente e influente, capace di manipolare eventi e persone per raggiungere i suoi scopi. Era spesso coinvolta negli affari politici degli dei e degli uomini, offrendo consigli e supporto a Zeus o agendo autonomamente per proteggere i suoi interessi.

Culto e Festeggiamenti: Era era venerata in diverse città greche, con templi e santuari dedicati a lei. Le feste in suo onore, come le Heraia di Argo e Olimpia, erano occasioni di celebrazione del matrimonio, della fertilità e del potere femminile.

Giunone/Era ha avuto un ruolo significativo nella mitologia greca, influenzando la vita degli dei e degli uomini con la sua forza, la sua gelosia e il suo potere politico. La sua figura complessa e contraddittoria continua ad affascinare e ispirare artisti, scrittori e studiosi ancora oggi.

Ecco alcuni altri dettagli interessanti su Era:

Era spesso raffigurata come una donna maestosa e bellissima, con lunghi capelli neri o biondi e occhi penetranti. Indossava tipicamente una tunica bianca o dorata e una corona ornata di gioielli.

Aveva diversi animali sacri associati a lei, tra cui la mucca, il pavone, la melagrana e il gufo.

Era spesso accompagnata dalle Grazie, tre dee minori che rappresentavano la bellezza, la grazia e il fascino.

Era una delle dee più potenti dell’Olimpo, seconda solo a suo marito Zeus in ricordo forse del periodo pre-patriarcale, la società matriarcale.

La leggenda romana ricalca a tradizione greca e narra che proprio Era-Giunone, divinità legata alla luce lunare, divenne la protagonista di un evento prodigioso. Nel 390 a.C., durante l’assedio di Roma da parte dei Galli, le oche sacre custodite nel suo tempio sul Campidoglio salvarono la città dal saccheggio. Con il loro gracchiare insistente, svegliarono il console Marco Manlio, che allertò i romani del pericolo imminente, permettendo loro di respingere l’attacco nemico.

In segno di gratitudine per il miracoloso salvataggio, i romani dedicarono a Giunone l’appellativo di “Moneta”, colei che ammonisce e avverte. Un titolo che non solo celebrava la sua saggezza e preveggenza, ma che divenne anche etimologicamente legato alla “moneta”, la coniazione delle prime vere e proprie monete romane avvenuta, non a caso, proprio accanto al tempio di Giunone Moneta nel 269 a.C.

Giugno, dunque, non è solo un mese di luce trionfante, ma anche un periodo dedicato a Giunone, divinità lunare che con la sua saggezza e il suo potere protettivo ha segnato la storia di Roma. Un mese che ci ricorda l’intreccio indissolubile tra mito, natura e tradizione, un intreccio che ancora oggi affascina e ispira.

Oltre al mito di Giunone, giugno vanta anche altre curiosità. E’ il mese in cui si celebra la Festa della Repubblica Italiana, nata il 2 giugno 1946 con il referendum istituzionale che sancì la fine della monarchia e l’inizio della Repubblica. E’ anche il mese in cui, in diverse culture europee, si festeggia il solstizio d’estate il 21 giugno, un evento astronomico che segna il giorno più lungo dell’anno e il trionfo del sole sulla notte. Non a caso è stato scelto come il giorno più grande dell’anno, visto che si tratta del compleanno del nostro presidente Evangelos Alexandris Andruzzos!

Giugno, mese di luce, di mito e di libertà, un periodo ricco di fascino e di significati profondi. Un mese che ci invita a riflettere sul potere della natura, sulla saggezza degli antichi e sulla forza dei valori comuni tra Grecia prima e Italia poi, gli eredi gemelli della cultura greco-romana cuore del patrimonio culturale europeo e anche occidentale, mondiale, un continuum di storie, racconti, credenze e memorie collettive, che ancora oggi ispirano la nostra società, e ci invitano a vivere in festa l’estate appena entrata ufficialmente nelle calende!

 

 

Elena Cannata

Educatore professionale, dottoressa in Scienze Politiche 

Notizie mie personali e da internet

Loading

Visualizzazioni: 47

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *